condividi

Carlo Fontana (Agis) su “Next Generation Italia”, grave la mancanza di attenzione verso lo spettacolo

10.12.2020 – “Delle 125 pagine presenti nell’ultima bozza del Next Generation Italia solamente due vengono dedicate, raggruppandoli, ai settori di cultura e turismo. Ancor più grave è la mancata menzione, se non in un veloce passaggio, al comparto dello spettacolo, peraltro senza che venga fornito nessun accenno a misure specifiche per il rilancio dello stesso. Elementi che evidenziano la debolezza del documento nei confronti di un settore, come quello dello spettacolo, fondamentale per il nostro Paese”. E’ quanto afferma Carlo Fontana, Presidente dell’AGIS – Associazione Generale Italiana dello Spettacolo.

“La bozza – continua Fontana – quantifica le risorse riservate ai settori cultura e turismo in 3,1 miliardi sui 209 complessivi, pari all’1,48%”.

“Si evince dunque, duole sottolinearlo, una sostanziale disattenzione verso quei comparti che più di molti altri continuano a subire gravi perdite, sia in termini occupazionali che economici”.

“Sarà nostra cura – conclude Fontana – sensibilizzare il Governo affinché vengano previsti dei correttivi, oltre a richiedere in tempi brevi che lo Spettacolo venga degnamente rappresentato nel Comitato di responsabilità sociale, composto da rappresentanti delle categorie produttive e sociali, del sistema dell’università e della ricerca scientifica e della società civile, citato nella bozza del decreto che dovrebbe introdurre il piano”.

AGIS
Associazione Generale
Italiana dello Spettacolo
Via del Gesù, 62
00186 Roma
CF 80070990587
P.IVA 14148961007

© 2022 Agis – tutti i diritti riservati | Cookie Policy | Privacy Policy | Credits: DigitalSense.it