condividi

Lirica: I teatri d’opera italiani vicini al popolo ucraino

06.03.2022 – Le Fondazioni lirico-sinfoniche aderenti ad ANFOLS, riunitesi in Assemblea, esprimono solidarietà e vicinanza al popolo ucraino e alle vittime innocenti di un conflitto che ha riportato la guerra e le sue terribili conseguenze drammaticamente al centro del dibattito pubblico internazionale.

“I teatri e le istituzioni culturali di tutto il mondo stanno testimoniando in queste ore – si legge nella nota dell’ANFOLS –  in maniera diversa l’urgenza di dire no alla violenza e alla guerra. Così come in pandemia abbiamo cercato in tutti i modi di far sentire la nostra voce continuando a svolgere il nostro ruolo di servizio pubblico, sentiamo oggi il bisogno di esprimere vicinanza e sostegno a chi sta soffrendo. Siamo e saremo sempre vicini alle vittime di tutte le guerre, e contrari ad ogni forma di violenza poiché i Teatri sono per loro natura luoghi di confronto, spazi aperti al dialogo e all’incontro delle comunità, agenzie di pace”.

Per tutte queste ragioni tutte le Fondazioni riunite in ANFOLS hanno deciso che da oggi esporranno i colori della bandiera ucraina o della bandiera della pace, per testimoniare la volontà unanime nel condannare le atrocità che la nostra nazione ripudia e per chiedere fermamente che il conflitto in corso cessi al più presto.

“Dall’inizio del conflitto – dichiara il Presidente dell’ANFOLS, Francesco Giambrone – molti grandi teatri d’opera italiani hanno manifestato in autonomia e in tanti modi diversi solidarietà e vicinanza alle popolazioni coinvolte. Anche i 220 teatri Associati a Opera Europa hanno espresso di recente sostegno e supporto al popolo ucraino, ai suoi artisti e ai suoi teatri così duramente colpiti dalla guerra. Da oggi, tutti insieme, esprimiamo con forza il rifiuto della guerra e l’importanza del dialogo tra i popoli. C’è un patrimonio di valori condivisi che ci unisce tutti e che è parte della nostra ricchezza comune. La pace, la libertà e la democrazia sono tra questi. E noi intendiamo ribadire con forza questi valori unendoci a quanti in Europa e nel mondo hanno scelto di non restare in silenzio di fronte al ripetersi di tanto orrore”.

AGIS
Associazione Generale
Italiana dello Spettacolo
Via del Gesù, 62
00186 Roma
CF 80070990587
P.IVA 14148961007

© 2022 Agis – tutti i diritti riservati | Cookie Policy | Privacy Policy | Credits: DigitalSense.it