Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Menu

CHIAROT (ANFOLS) SU SIMBOLICA OCCUPAZIONE SOVRINTENDENZE

Roma, 16 giugno 2017 - “I lavoratori che hanno deciso di promuovere questa particolare contestazione, in merito alla recente Legge 160/2016 ed agli eventuali rischi occupazionali che si potrebbero produrre, esprimono un sentimento diffuso tra tutti quanti amano la lirica e la musica in Italia.

Così il presidente dell’Anfols – Associazione Nazionale Fondazioni Lirico Sinfoniche – Cristiano Chiarot commenta le occupazioni avvenute oggi degli Uffici delle Sovrintendenze dei Teatri d’Opera da parte delle Organizzazioni Sindacali. “Si intravede in questa contestazione non una vena polemica nei confronti dei Sovrintendenti, ma una autentica preoccupazione per il futuro di tutto il comparto. Spetta al legislatore – ha proseguito Chiarot – adoperarsi per definire quelle norme che possano salvaguardare il futuro di quello straordinario patrimonio identitario che sono le Fondazioni Lirico Sinfoniche. L’attenzione che proprio in queste ore viene rivolta alla scrittura di un “Codice dello Spettacolo” ci rende fiduciosi che il Parlamento si stia ponendo seriamente il tema del futuro delle Fondazioni e dei suoi lavoratori” “ Per parte nostra – conclude il Presidente Anfols – ribadiamo alle Istituzioni la nostra disponibilità ad offrire un contributo, finalizzato all’elaborazione di una normativa autenticamente utile al settore, ed ai lavoratori l’assoluta disponibilità al confronto

Torna in alto

L'accesso a queste risorse è riservato agli Associati AGIS e alle associazioni a questa afferenti. Nel caso foste associati a una delle associazioni