Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Menu

Anfols: richiesto un incontro con il ministro Franceschini sul futuro delle fondazioni lirico sinfoniche

ROMA -  27 SETTEMBRE 2016 -  L’Assemblea dell’A.N.FO.L.S. - Associazione nazionale Fondazioni Lirico Sinfoniche - si è riunita il 26 settembre per discutere approfonditamente sulle prospettive per le Fondazioni lirico-sinfoniche alla luce dell’art. 24 della legge di conversione del DL 113/2016.

Nella piena convinzione che, sia pure con gli auspicati cambiamenti, il sistema dei teatri d’opera necessita di essere salvaguardato, l’A.N.FO.L.S., nel suo naturale ruolo di interlocutore per il Governo e il Parlamento in merito al percorso di riforma avviato, ha richiesto un incontro al Ministro Dario Franceschini, segnalando le priorità per il settore:

 

 la razionalizzazione e armonizzazione delle normative previgenti;

 l’individuazione di criteri e parametri utili alla conservazione dell'opera in quanto identità culturale di questo Paese e voce della nostra lingua nazionale all’estero.

 la certezza e adeguatezza delle risorse destinate per coerentemente sostenere i comportamenti gestionali virtuosi messi già in atto da parte delle Fondazioni. L’A.N.FO.L.S. nella persona del suo presidente, Dott. Cristiano Chiarot, ha, infine, ribadito la sua piena disponibilità al dialogo e al confronto per giungere ad una riforma autentica e funzionale al sistema.

Torna in alto

L'accesso a queste risorse è riservato agli Associati AGIS e alle associazioni a questa afferenti. Nel caso foste associati a una delle associazioni